CUCINA BOTANICA 

cucinabotanica@artisti.show-reel.it

P.IVA IT10657240965

Leggi la PRIVACY POLICY

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon

LINK SOCIAL:

10 PIATTI VEGANI DELLA TRADIZIONE ITALIANA



​Lo ammetto, scrivere questo articolo mi ha fatto venire una fame immensa!

Forse qualcuno finalmente mi crederà, essere vegani (o quasi) non è da masochisti!

Lo ripeto sempre, la cucina vegana non è fatta soltanto di soia, seitan, tofu e avocado. Anzi, si basa su moltissimi ingredienti che fanno parte di molti piatti della nostra tradizione.

Ecco per voi una lista di piatti tipici italiani, accomunati dall'assenza di prodotti animali nelle loro ricette tradizionali.

Che ci crediate o no, si parla di vere e proprie gioie per il palato:

1. Pasta pomodoro e basilico

Come non citare la pasta al pomodoro! Il piatto più rappresentativo del nostro Belpaese, semplicissimo, ma allo stesso tempo difficile, buonissimo, fantastico! Sfido qualsiasi italiano a stancarsene, rende tutti felici. C'è chi aggiunge formaggio, un pezzettino di carne per insaporire, chi fa il soffritto con il burro, ma la realtà è una sola: la versione originale di questo piatto non prevede ingredienti animali, ma solo ottimi pomodori!

2. Spaghetti aglio olio e peperoncino

Già che si parla di pasta, c'è anche questa meraviglia. La spaghettata notturna tra amici è rigorosamente una bella aglio e olio. Sacrosanta. Facilissima (o forse non così tanto, a voler fare i pignoli), veloce, dal costo minimo e dalla soddisfazione infinita! Buona di natura, ancora meglio con una spolverata di pangrattato (tostato!)


3. Pappa al pomodoro

Dalla Toscana, precisamente da Siena, deriva questo piatto di origine "povera", ottimo per consumare il pane raffermo e soddisfare i palati di tutti! Con una buona base di pomodoro e un buon olio d'oliva si fa, ogni volta, un piccolo miracolo. Aggiunti a pane toscano raffermo, aglio, basilico, diventano un mix fantastico - sia d'inverno come zuppa calda, che d’estate a temperatura ambiente.

Come spesso accade con i piatti semplici, ci sono piccole varianti tra famiglia e famiglia, in base ai gusti.

4. Farinata, cecina, panelle: chiamiamola come vogliamo

Sebbene la farina di ceci sia entrata a far parte della cucina tradizionale ligure, una leggenda sostiene che siano state le truppe romane a diffonderla a Genova. A riprendere la ricetta sono stati anche i toscani che ne hanno fatto la loro focaccia, battezzandola “cecina”. Persino nel centro storico di Nizza viene preparata la "socca" in modo molto simile, mentre nel basso Piemonte la chiamano belécauda. A Palermo troviamo le famose panelle, sempre a base di farina di ceci ma speziate con prezzemolo (o finocchietto) e fritte.

5. Polenta e funghi

Ricetta di montagna ricca e nutriente, la polenta è fa parte della cultura gastronomica dell’Italia settentrionale, dove viene adoperata per realizzare molte ricette. Spesso è cotta in un brodo vegetale o in acqua calda e abbinata a sughi ricchi di salsiccia o piccola cacciagione. Ma la sua versione insieme a funghi saltati in padella con olio, aglio e prezzemolo, rimane un piatto privo di derivati animali - oltre che una delle varianti più amate!

6. Focaccia genovese, pugliese, chi più ne ha più ne metta

La focaccia è la merenda italiana per eccellenza. In realtà, non c'è un momento sbagliato per mangiarla: va bene sempre! Si porta in spiaggia e diventa il pasto di una giornata passata al mare. A scuola, è lo spuntino di metà mattina. Durante l'aperitivo non manca mai. Una delle pietanze a cui gli italiani sono più affezionati! Morbida e croccante allo stesso tempo, alta o bassa, l'importante è che sia fatta con un eccellente olio extravergine!

7. Pizza Marinara

Come dimenticarsi dello specchio della nostra cultura gastronomica? La pizza! Ovviamente moltissime pizze prevedono l'uso di mozzarella e altri formaggi, ma è anche vero che una delle pizze più popolari è proprio la marinara, che di mozzarella non conosce nemmeno l'ombra! Semplice, profumata, buonissima.

8. Caponata

La cucina siciliana ci offre piatti meravigliosi, basati su ingredienti della terra come melanzane, pomodori e basilico. Questi sono i protagonisti indiscussi della caponata, il fantastico contorno (o perché no, intero pasto) che si realizza tagliando le verdure a dadini e cuocendole in olio extravergine. La ricetta tradizionale prevede melanzane, olive, pomodori, sedano, capperi, cipolle, tagliati a tocchetti e cotti a fiamma bassa e conditi con olio, sale, aceto, pepe e tanto basilico.

9. Pasta e fagioli

Piatto dalle diverse sfaccettature, diverso da regione a regione e anche da famiglia a famiglia. Il fil rouge è l'unione tra una pasta molto corta e i fagioli, dei quali sono ammesse diverse varianti, a seconda della tradizione. Sicuramente il risultato è molto appetitoso, completo (infatti è un pasto che contiene una dose sufficiente di carboidrati, proteine e grassi) e molto appagante!

10. Ribollita

Tipica della zona di Firenze e Pisa, la ribollita è un altro piatto povero ma semplicemente fantastico! Anch'essa prevede l'utilizzo di pane raffermo, cotto a lungo insieme a diversi ingredienti tra cui verza, patate, cavolo nero, pane, pomodori, fagioli, olio e sale. Da questo mix "povero" esce un piatto saporito, avvolgente, saziante e soprattutto buonissimo. Da fare in grandi quantità, finisce sempre troppo presto!

Bene, forse ora è venuta fame a tutti. Lo spero! Come si diceva sopra, essere vegani non vuol dire mangiare solo cibo strano, o doversi accontentare di verdure crude. C'è un mondo di piatti, anche oltre a queste bontà, tutto da scoprire!

E voi, cosa aggiungereste alla lista?

#blog