Gnocchi di patate senza uova

Gnocchi di patate senza uova

Ricetta vegan, facilissima e infallibile

1

Uno dei miei piatti dell’infanzia, gli gnocchi: mi ricordo ancora di quando ero piccolissima e mi mettevo in piedi sopra a uno sgabello per prepararli insieme a mio nonno Alberto, grande appassionato di questa ricetta. Lui nell’impasto metteva sempre anche un uovo, ma oggi noi li prepareremo senza: non preoccupatevi però, perché questa versione vegana degli gnocchi è stata approvata a pieni voti anche da lui.

QUESTA RICETTA NON CONTIENE:

Ingredienti

DOSI PER

PERSONE


Per gli gnocchi

  • 1 chilo patataPatate
  • 300 grammi Farina 0Farina 0 oppure: 300 grammi Farina integrale
  • 1 cucchiaino SaleSale

Procedimento

  • STEP 1

    Lavate accuratamente le patate sotto acqua corrente, poi trasferitele in una pentola di acqua fredda leggermente salata senza sbucciarle e lessatele fino a cottura completa: dovranno risultare tenere fino al cuore quando farete la prova perforandole con una forchetta. A cottura ultimata, trasferitele subito nello schiacciapatate e schiacciatele su una spianatoia quando ancora sono calde, perché raffreddandosi diventeranno appiccicose.









  • STEP 2

    Aggiungete la farina a cui avrete mescolato precedentemente un cucchiaino di sale. Mescolate, amalgamando gli ingredienti prima con un cucchiaio o con un tarocco da cucina, poi impastando a mano. Non bisogna lavorare l'impasto troppo a lungo per evitare che si inumidisca troppo, altrimenti gli gnocchi necessiterebbero di più farina e diventerebbero duri in cottura.





  • STEP 3

    Schiacciate l’impasto sul piano ben infarinato, fino a raggiungere uno spessore di circa 2-3 cm, e poi ricavatene tante strisce. Prelevate una striscia di impasto per volta e fatela scorrere con le mani per ottenere un cilindro lungo e spesso circa 2 cm. Con l’aiuto di un coltello o di un tarocco, tagliate il cilindro in tanti tocchetti. Potete tenere gli gnocchi così, oppure rifinirli con l’apposito rigagnocchi o con i rebbi di una forchetta.

    A mano a mano che gli gnocchi saranno pronti, adagiateli su un vassoio coperto con un canovaccio da cucina pulito e spolverizzato abbondantemente con farina, mantenendoli leggermente distanziati tra loro.






  • STEP 4

    Per la cottura, portate a ebollizione abbondante acqua salata e tuffatevi dentro gli gnocchi, mescolandoli subito. Se la pentola non è molto grande, meglio cuocerli in più riprese. Nel giro di pochi minuti verranno a galla: prelevateli con una schiumarola e conditeli immediatamente, in modo tale che non si attacchino tra loro.



Conservazione

Gli gnocchi vanno cotti appena possibile: infatti, si conservano solo poche ore in frigorifero, disposti su un vassoio e cosparsi con abbondante farina. Però, potete tranquillamente congelarli subito dopo averli preparati. Quando li vorrete mangiare, tuffateli nella pentola ancora ghiacciati, altrimenti si attaccherebbero tutti durante il decongelamento.



Note

Per la preparazione degli gnocchi, meglio scegliere patate invecchiate e quindi farinose, con la polpa asciutta: questo è fondamentale per reggere l’impasto e soprattutto per lavorarlo senza problemi.

Se non avete la farina 0, va bene anche la farina 1.

Videoricetta Gnocchi di patate senza uova

Commenti