Sushi Vegano: la ricetta degli Uramaki con Avocado e Verdure




Di origine giapponese, il sushi è un piatto normalmente a base di pesce, ormai molto diffuso anche in Italia. Come tante altre preparazioni, però, è possibile assaporarlo anche in versione vegana: un’ottima alternativa alla ricetta originale e un piatto delizioso, fresco e sano.


La cucina giapponese suscita sempre fascino, e provarla in casa, preparandola con amici o familiari, è un'attività molto divertente. Il sushi si può realizzare facilmente usando gli appositi strumenti come il tappetino in bambù e gli altri ingredienti tipici, come la salsa di soia e l'alga nori.


Se vi interessa, potete vedere qui il mio kit: https://amzn.to/2S2dVGw


Il sushi vegano e vegetariano è una variante alternativa, da preparare in occasione di una cena a tema con i vostri amici vegetariani o vegani. Per rispettare la vivacità cromatica degli uramaki, ho sostituito il salmone e il tonno con un ripieno ricco di verdure e frutta, selezionando quelle dai colori più vivaci, come peperoni, carote, mango e avocado. Per preparare il sushi sarà necessaria un po' di manualità, è possibile che al primo colpo i maki non vengano fuori strettissimi e sodi, ma saranno comunque deliziosi!

Questo piatto è perfetto da servire come finger food o come antipasto, insieme a semplice salsa di soia o magari accompagnato da una salsa alternativa, sempre a base di soia ma con l'aggiunta del burro di arachidi, di cui troverete la ricetta qui in fondo.






INGREDIENTI


  • 100 g di riso basmati

  • Facoltativo: 1 cucchiaino di aceto di mele o di riso.

  • Sale

  • 2-3 fogli di alga nori

  • 1 avocado maturo

  • Mezzo mango

  • 1 carota

  • 1 pezzetto di peperone rosso

  • 1 gambo di sedano

  • Semi di sesamo


Per la salsa:

  • 1 cucchiaio abbondante di burro di arachidi

  • 1 cucchiaio di salsa di soia

  • 1 puntina di zenzero in polvere

  • Qualche goccia di lime



COME PREPARARE il sushi vegano

per circa 15 uramaki


Per preparare il sushi vegano iniziate dalla cottura del riso. Prendete una pentola dai bordi alti e versatevi l'acqua ed il riso, seguendo le indicazioni sulla confezione. Coprite con il coperchio e portate a bollore. Quando l’acqua bolle, abbassate la fiamma e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 10-15 minuti (questo dipende dalle indicazioni sulla confezione). Non mescolate il riso, ma lasciatelo cuocere lentamente e a fiamma bassa. Quando sarà cotto trasferite il riso in una ciotola e, se volete, unite un cucchiaino di aceto. Lasciatelo raffreddare completamente.


Mentre il riso si raffredda, dedicatevi alle verdure. Sciacquate accuratamente le verdure prescelte e procedete con la preparazione delle stesse, tagliandole a julienne. Tagliate a metà un avocado e un mango, incidete delle strisce per il lungo e tiratele fuori con un cucchiaio, ottenendo dei bastoncini dallo spessore di circa 1-2 cm.


Una volta che il riso sarà freddo, potrete realizzare il vostro maki: disponete l'alga nori sul tappetino di bambù, con il lato più ruvido e opaco rivolto verso l'alto. Disponete il riso su tutta la superficie dell'alga, tranne su una striscia dallo spessore di circa 2 cm, sul lato opposto a voi, che vi servirà a sigillare il maki. Una volta che il riso sarà appiattito bene su tutta la superficie, disponete le verdure lungo la parte centrale del riso. A questo punto, ci siamo: bagnate leggermente la parte rimasta senza riso, Afferrate il bordo inferiore del tappetino di bambù e sollevatelo per portarlo verso il centro, arrotolando il maki. Esercitate una leggera pressione con le mani perché si compatti . Il tappetino non dovrà arrotolarsi su se stesso ma solamente facilitare la chiusura del rotolo. Una volta ottenuto un rotolo compatto e sigillato, potete tagliare i vostri uramaki.



Per la salsa:

Versate tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolate bene, finché non saranno completamente amalgamati. Se necessario, unire un goccio d'acqua. Servitela come accompagnamento ai vostri uramaki.



CONSERVAZIONE

E’ preferibile consumare il sushi vegano appena fatto, ma può essere conservato in frigorifero per due giorni, coperto con la pellicola trasparente.


UN CONSIGLIO IN PIÙ

Divertitevi ad abbinare verdure dai gusti e colori diversi: potrete così ottenere un sushi personalizzato, secondo i vostri gusti E ricordate che il segreto del sushi sta nei coltelli: utilizzatene uno ben affilato per tutte le fasi del taglio, e bagnatelo tra un taglio e l'altro: scivolerà molto meglio.


 

 

CUCINA BOTANICA 

cucinabotanica@artisti.show-reel.it

P.IVA IT10657240965

Leggi la PRIVACY POLICY

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon

LINK SOCIAL: