FAME REALE E FAME EMOTIVA: COME DISTINGUERLE

Aggiornato il: 23 nov 2018



Hai mai pensato che ciò che chiamiamo "fame" è molto spesso la manifestazione di qualcos'altro?

A volte si tratta di emozioni che, a seconda della situazione, chiedono di essere manifestate o messe a tacere. Molto spesso infatti abbiamo fame di compagnia, affetto, comprensione, appoggio, tranquillità... O, al contrario, vorremmo riempire una mancanza di sicurezza in noi stessi o un disinteresse nel nostro lavoro.

Provando a distaccarci dal pensiero del cibo, osservando la situazione dall'esterno, riusciremo probabilmente a capire quali sono i momenti in cui mangiamo per calmare le nostre emozioni. Potremmo concederci un'opportunità per crescere interiormente e vivere più in salute.

Le fami improvvise possono indicare molto altro al di là di sensazioni semplici come la fame o la sete. Carenze di nutrienti possono portare a desiderare gli alimenti che possano compensare queste mancanze, la fame in questo caso potrebbe essere di cibi pieni di vitamine e minerali. Allo stesso modo le fami improvvise possono manifestare carenze emozionali, desideri di accettazione, sostegno, amore... In questi casi siamo più portati a desiderare alimenti specifici, spesso dolci, salati o grassi, in quanto li desideriamo inconsciamente per donarci piacere e sopperire a una qualche mancanza.

Queste sono alcune cause di fame improvvisa, in cui qualcuno di noi si potrà ritrovare:

Nostalgia

Molte volte ci accorgiamo di desiderare intensamente alimenti di cui ci siamo privati, o che associamo a vacanze e occasioni speciali, o ancora, alimenti della nostra infanzia. Un modo intelligente di soddisfare questa fame senza sentirsi in colpa è mangiarne una versione più salutare di questi alimenti. Rendere salutari le ricette più amate (e che normalmente non sono molto sane) è uno dei nostri obiettivi. Nella sezione Ricette potresti trovare qualche spunto.

Disidratazione

Spesso avvertiamo una sensazione di fame leggera, fraintendendo la richiesta di acqua che il nostro corpo ci sta facendo. La prima cosa da fare, quando si sente questo tipo di fame, è quindi bere un bel bicchiere d'acqua o una tazza di the. Anche l'eccesso di acqua può provocare problemi, quindi non dobbiamo esagerare. L'apporto minimo dovrebbe essere 1,5 litri al giorno e non dovrebbe eccedere i 2,5.

Mancanza di nutrienti

Se il corpo ha carenze di vitamine o micronutrienti, come abbiamo detto, farà in modo di farsi sentire. Questo può capitare molto spesso d'estate, quando ci capita di desiderare frutta fresca. In questi casi, è possibile che il nostro corpo ci stia chiedendo di reintegrare vitamine, zuccheri o liquidi.

Emozioni

Essere insoddisfatti di una relazione, provare noia, ansia, stress, distacco possono causare desideri emozionali di cibo. In questi casi, il cibo viene utilizzato come sostituto dell'intrattenimento, o per colmare un vuoto, affettivo o emotivo, per compensare l'incertezza su qualche aspetto della vita. Se identifichi che il tuo appetito è emozionale, cerca piano piano di riequilibrare la tua sfera sociale, leggi un libro, guarda un buon film o comunque svolgi un'attività che realmente ti appaghi e ti arricchisca. L'importante è nutrire le tue emozioni primarie: relazioni, soddisfazioni, divertimento, autostima...

Dieta scorretta

Una dieta basata su alimenti processati difficilmente ci porterà a desiderare alimenti sani. Il nostro cervello ci spinge a desiderare ciò di cui siamo abituati a nutrirci, come è ovvio che sia. Per eliminare queste voglie dobbiamo eliminare questi alimenti dalla nostra dieta. Non sembra facile, ma con un po' di voglia e di costanza nel tempo si possono ottenere risultati straordinari. Chi non mangia più da tempo alimenti raffinati e industriali non ne ha il desiderio, e non li sceglie nemmeno quando ne avrebbe la possibilità.

Picchi glicemici e cali di insulina

Livelli di glucosio irregolari nel sangue sono un'altra causa molto comune delle fami improvvise.

Chi salta i pasti, o elimina completamente una categoria di nutrienti dalla dieta (come i grassi o i carboidrati), chi ha alti livelli di stress, chi esegue molta attività fisica è predisposto ad avere livelli irregolari di zucchero nel sangue, a seconda dei momenti.

Ecco cosa succede:

Quando mangiamo alimenti molto zuccherati, il pancreas produce insulina per aiutare le cellule del corpo ad assumerli.

Se mangiassimo solo zucchero raffinato (senza fibre, grassi o proteine che ne rallentino l'assorbimento), lo zucchero verrebbe assorbito molto rapidamente, perciò il nostro corpo deve produrre moltissima insulina.