CUCINA BOTANICA 

cucinabotanica@artisti.show-reel.it

P.IVA IT10657240965

Leggi la PRIVACY POLICY

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon

LINK SOCIAL:

COME FARE IL PANE più facile del mondo | Pane fatto in casa, Senza impasto




Oggi credo sia tempo di confessarvi una cosa: non sono un’esporta di panificazione. Non mi sono mai ritenuta brava a fare il pane, proprio per questo finora sul canale non trovate molte ricette. In questi giorni stavo cercando una ricetta facilissima, il più semplice possibile, per fare del pane in casa ogni giorno. Ed eccola qua.

Ho cercato su YouTube ricette facilissime di per creare il pane, e mi sono imbattuta sul canale di Jenny can Cook, la quale fa una ricetta di un pane stupendo, dalla quale ho preso ispirazione per creare questo: oggi prepariamo insieme il pane più facile del mondo, un pane senza impasto, facilissimo da ottenere, perfetto per chi, come me, non è un mago della panificazione.

Un pane semplice da realizzare, che si prepara direttamente con un cucchiaio, senza bisogno di lavorare l’impasto con le mani o con l’impastatrice. Questa ricetta è davvero pratica, e abbiamo bisogno solo di pochi ingredienti per realizzarla, che tutti abbiamo in dispensa.



Parto col dirvi che per questo pane possono andare bene diversi tipi di farine: la 0, la 1, la semola, quella integrale… potete sbizzarrirvi, le ho provate tutte e viene sempre bene. Io vi consiglio, in particolare, questo mix che per me è il migliore: 150g di semola di grano duro e 200g di farina di grano tenero integrale. Il risultato è un pane rustico ma allo stesso tempo soffice dentro, davvero delizioso.






INGREDIENTI per realizzare il pane:


  • 150g semola di grano duro

  • 200g farina integrale

  • 270ml di acqua (intorno ai 40 gradi)

  • 3g di lievito di birra disidratato (1 cucchiaino da caffè circa)

  • 1 cucchiaino raso di sale fino (4g circa)



Versiamo le farine in una ciotola capiente e poi aggiungiamo 4g di sale, ovvero un cucchiaino raso, e 3 grammi di lievito di birra secco. Se non avete il lievito di birra secco, ma avete quello in panetto, vi basterà raddoppiare la dose, facendolo sciogliere in un goccio d’acqua.

Mescoliamo bene gli ingredienti per distribuirli, e aggiungiamo 270g di acqua calda. Non bollente, mi raccomando. L’acqua calda ci serve per velocizzare la lievitazione del tane, ma se è troppo calda ucciderà il lievito, e rischiamo che il pane non cresca a sufficienza.

Versata tutta l’acqua, mescoliamo con un cucchiaio. Qui vi renderete veramente conto di quanto sia semplice questo pane: non si deve neanche impastare!

Mescoliamo con un cucchiaio per un minuto o due, giusto il tempo di unire tutti gli ingredienti, anche non troppo bene, e abbiamo fatto. Copriamo la ciotola con la pellicola, per sigillarla bene, e lasciamo l'impasto a lievitare in un luogo caldo per 3-4 ore circa.


Una volta terminata la lievitazione, togliamo la pellicola: noteremo che l’impasto sarà quasi raddoppiato, e sarà diventato un po’ piatto e appiccicoso, è normale. Versiamo una manciata di farina su una superficie asciutta, sulla quale trasferiremo il nostro impasto. Ora, senza fare troppa pressione con le mani, appallottoliamo leggermente l’impasto, semplicemente rivolgendo le estremità verso il centro, cercando delicatamente di formare una pallina. Così facendo, ingloberemo anche aria al suo interno, che aiuterà la crescita del pane.

Appena abbiamo ottenuto una pallina, la trasferiamo su un foglio di carta da forno.

Per cuocerle questo pane, io ho utilizzato una pentola di ghisa. Perché l’ho usata? perché quando cuociamo il pane qui dentro, essendo un ambiente chiuso, si crea del vapore, che aiuta la crescita del pane e ci fa quindi ottenere una bella pagnotta soffice e leggera. Potete usare qualsiasi pentola in acciaio inox in realtà, l’importante è che non abbia nessuna parte in plastica, mi raccomando. Ah e una pentola di qualsiasi dimensione andrà benissimo.

Ora, trasferiamo il pane al suo interno e lo facciamo lievitare ancora un po’, almeno 30 minuti, ma se ce la fate, anche un’oretta. Ovviamente, sempre chiuso. Se non avete un coperchio senza componenti in plastica, potete sigillare la pentola con la stagnola.

Accendiamo il forno a 230°C in modalità statica, e quando sarà bello caldo, trasferiamo la nostra pentola al suo interno. Adesso lasciamo cuocere il nostro pane, qui, chiuso, per 40 minuti. Una volta passati 40 minuti, lo togliamo dal forno: eccolo qua, in tutto il suo splendore. Se vogliamo, possiamo tenerlo così, è già cotto infatti. Se invece vogliamo una bella crosta dorata, possiamo lasciarlo ancora 10 minuti nel forno, questa volta senza coperchio.. Una volta pronto, il pane sarà dorato e profumato. Vi giuro che il suo profumo ha inondato tutto il mio condominio, è una cosa pazzesca, e la soddisfazione che vi darà è tantissima.

Come avete visto, questo pane richiede forse 5 minuti di lavoro totali, mentre il resto è solo attesa.



CONSERVAZIONE


Questo pane si conserva per 2-3 giorni avvolto all'interno di un panno da cucina, ma si può anche congelare. Nel congelatore dura anche 3-4 mesi.





Guarda la videoricetta: